L’acqua frizzante fa male? I 5 Falsi miti sull’acqua frizzante

L’acqua frizzante fa male?

Quando si ha molta sete il pensiero va all’acqua fresca e frizzante, in grado di idratare il fisico in carenza di liquidi con la gradevolezza di una bibita ma senza apporto di calorie.

Secondo un recente sondaggio condotto da Quaeris il 16% degli italiani che acquista acqua in bottiglia la preferisce nella versione frizzante, a questi vanno aggiunte le persone che utilizzano i gasatori da tavolo e le famiglie che hanno installato a casa un erogatore d’acqua munito di frigogasatore.

Insomma sono veramente tanti gli italiani che amano le bollicine, che all’acqua liscia preferiscono quella gassata. Altri la berrebbero volentieri ma non lo fanno perché sono frenati da molte notizie che circolano in rete, quasi sempre fake, secondo le quali il consumo di acqua frizzante sarebbe causa di una serie di controindicazioni per la salute.

Non esiste alcuno studio scientifico che dimostri che l’acqua frizzante crea problemi all’organismo e la scelta di consumare o meno acqua gassata (a parte casi particolari) può essere fatta tranquillamente seguendo i propri gusti personali.

I 5 Falsi miti sull’acqua frizzante

Di seguito i 5 falsi miti sull’acqua frizzante.

1. L’acqua frizzante ha più calorie dell’acqua naturale. Falso, l’acqua non ha calorie e l’acqua frizzante ha le stesse identiche caratteristiche saline della versione naturale, con l’unica differenza di avere un’aggiunta di anidride carbonica che genera le bollicine. L’acqua gassata può essere quindi assunta tranquillamente nell’ambito di un regime dietetico ipocalorico, in quanto non solo non apporta calorie ma contribuisce alla percezione di sazietà da parte dell’organismo.

2. L’acqua frizzante gonfia la pancia. Falso, perché l’effetto di gonfiore dovuto all’acqua gassata è temporaneo, l’anidride carbonica aiuta a digerire e la sensazione svanisce velocemente, inoltre bere acqua frizzante durante i pasti aumenta il senso di sazietà e aiuta a mangiare un po’ meno. Al contrario ingerire cibi in grandi quantità e velocemente provoca un gonfiore prolungato e un senso di pesantezza; il consiglio pertanto è quello di mangiare sempre lentamente e bere senza problemi l’acqua che si preferisce. Soltanto per chi soffre di gastrite e meteorismo le acque gassate andrebbero bevute con moderazione.

3. L’acqua frizzante rovina denti. Circolano notizie che attribuirebbero all’acqua gassata la capacità di rovinare lo smalto dei denti. Questo è falso perché il pH della saliva varia durante i pasti, a seconda di quello che mangiamo e beviamo, ma in brevissimo tempo vengono ripristinati i valori normalmente compresi tra 6.5 e 7.5, quindi nonostante l’anidride carbonica in acqua generi acido carbonico, responsabile dell’abbassamento del pH, le acque gassate non hanno alcun potere corrosivo nei confronti dello smalto, che può essere invece compromesso da diverse cause di origine alimentare, disturbi all’apparato digerente e soprattutto dall’effetto dei batteri cariogeni che proliferano in condizioni di scarsa igiene orale.

4. Le acque frizzanti sono ricche di sali, in particolare sodio che può causare ritenzione idrica. Anche questa affermazione è priva di fondamento perché con la gassatura si aggiunge unicamente anidride carbonica all’acqua, che mantiene inalterate le sue caratteristiche saline. Inoltre il gas ingerito con l’acqua viene espulso con la digestione e non interviene in alcun modo con la salute umana.

5. L’acqua frizzante non disseta. Al contrario l’acqua gassata ha un potere dissetante “immediato”, una sensazione di appagamento che si avverte più velocemente rispetto alle acque lisce a causa dell’effetto che l’anidride carbonica ha sulle papille gustative.

Bere acqua naturale o frizzante rimane quindi una scelta dettata dai gusti personali e non dagli effetti sulla salute.

Soluzioni domestiche per l’acqua frizzante senza bottiglie

E per chi ama le bollicine c’è oggi una soluzione intelligente che consente di avere sempre l’acqua gassata disponibile dal rubinetto di casa propria o in ufficio senza acquistare scomode e antiecologiche bottiglie in plastica di acqua minerale: il nuovissimo frigogasatore Selfizz di Culligan.

Acqua a temperatura ambiente o refrigerata, naturale, frizzante o leggermente frizzante sono alla portata di un semplice click con Culligan. Selfizz è collegato direttamente alla rete idrica e utilizza un kit pre-filtrazione a carbone Carbon Block, che risolve i comuni problemi di qualità dell’acqua, eliminando ogni traccia di impurità o di torbidità, nonchè odori e sapori sgradevoli causati dalla presenza di cloro.

Inoltre è dotato dell’Ultrafiltrazione Culligan Pure, testata dall’Università di Bologna, che agisce sulla qualità organolettica dell’acqua potabile, eliminando i batteri e migliorando il gusto e il sapore, senza eliminare i sali minerali presenti. I frigogasatori Culligan utilizzano anidride carbonica E290 di qualità alimentare e gas refrigeranti R290 totalmente naturali, ad impatto ambientale zero.

Acqua frizzante Culligan: bere per piacere!

Scopri come avere acqua frizzante direttamente dal rubinetto