Culligan

Allarme siccità e acqua potabile

Il 2022 è stato uno degli anni più siccitosi degli ultimi 70 anni con una conseguente profonda crisi idrica che, in alcune Regioni italiane, è vera e propria emergenza siccità, così come in molti stati del Pianeta, tanto che si comincia a sentire parlare di guerra dell’acqua, in quanto risorsa indispensabile per la stessa sopravvivenza.

Scarsità di acqua potabile, incendi, crisi agricola ed economica, innalzamento del livello del mare… sono soltanto alcuni segni dello stato di emergenza in cui versiamo a livello mondiale.

Fortunatamente con il PNRR1 per la tutela delle risorse idriche si prevedono investimenti per 900 milioni di euro complessivi, con una prima tranche di 630 milioni di euro, per mettere a punto un piano generale per la corretta gestione delle risorse.

Tra le azioni possibili che possiamo mettere in campo sin da ora:

Tutti ambiti in cui Culligan è impegnata da tempo e vanta un’importante expertise, sia nel trattamento acque del residenziale sia nel trattamento acque per l’industria e il commercio.

Nel frattempo ciascuno è chiamato a dare il proprio contributo per limitare gli sprechi, semplicemente adottando abitudini più responsabili nei confronti dell’acqua e altre risorse “finite”, che peraltro permettono di risparmiare risorse economiche proprie, da destinare ad altre attività!

Ottimi suggerimento in tal senso arrivano da ENEA2 – Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile – che offre 20 consigli per il risparmio delle risorse idriche ed energetiche facilmente praticabili. Vediamoli insieme.

Risparmio idrico: prima regola “non sprecare”

  1. assicurarsi dell’efficienza del proprio impianto idrico e che non vi siano perdite occulte
  2. non lasciare scorrere l’acqua e aprire il rubinetto solo al reale bisogno
  3. raccogliere e conservare l’acqua fredda mentre si attende che arrivi quella calda
  4. in bagno e cucina, effettuare le operazioni con acqua fredda in attesa che arrivi quella calda
  5. usare bacinelle e non acqua corrente per il lavaggio di frutta, verdura o indumenti
  6. riutilizzare l’acqua fredda di lavaggio e cada di cottura rispettivamente per annaffiare e sciacquare le stoviglie
  7. usare sempre lavastoviglie e lavatrici a pieno carico
  8. applicare frangigetto ai rubinetti o sensori per la riduzione del flusso d’acqua; adottare sciacquoni a doppio tasto
  9. preferire la doccia alla vasca da bagno (40 litri versus 100/160 litri) e azionarla solo quando occorre
  10. per le vacanze o i weekend chiudere l’impianto centrale di casa
  11. adottare, ove possibile, sistemi di raccolta dell’acqua piovana per usi non alimentari
  12. adottare sistemi di irrigazione a goccia, temporizzati o in subirrigazione
  13. lavare le auto con acqua non potabile
  14. coprire la piscina con teli onde evitare evaporazione
  15. recuperare da condizionatori o asciugatrice l’acqua di condensa per altri usi domestici
  16. diversificare l’uso dell’acqua a seconda della qualità: potabile, non potabile, piovana ecc.
  17. adottare impianti per il riciclo delle acque grigie derivanti dall’igiene personale (doccia, vasca…)
  18. in balconi e giardini preferire piante che hanno bisogno di poca acqua e realizzare una pacciamatura intorno per trattenere l’acqua nel terreno
  19. installare cappotti verdi o coperture vegetali sui tetti o giardini pensili per assorbire acqua piovana e rallentarne il deflusso
  20. in outdoor preferire pavimenti drenanti per conservare la permeabilità e la ricarica delle falde acquifere, riducendo l’effetto isola di calore (microclima con temperature più alte in zone urbane)

Il costo energetico dell’acqua

Sempre ENEA3 informa sui costi energetici dell’acqua, di cui è bene essere consapevoli, sia per ridurre la propria impronta sia per ridurre le proprie spese di casa.
CONSUMI/COSTI ENERGETICI ANNUALI PER PERSONA LITRI D’ACQUA LITRI DI PETROLIO
DOCCIA 25.000 320
BAGNO IN VASCA 50.000 620
RUBINETTO STANDARD 40.000 240
RUBINETTO A RISPARMIO 23.400 150
LAVATRICE STANDARD 4.700 55
LAVATRICE A BASSO CONSUMO 2.600 40
LAVASTOVIGLIE STANDARD 7.300 250
LAVASTOVIGLIE A BASSO CONSUMO 3.650 160
 

Ciò che fa bene all’ambiente o comunque è meno idrovoro ed energivoro è anche ciò che contribuisce ad aumentare il risparmio economico personale, quindi vi sono tutti i presupposti per diventare più ecologici.

Tra le buone pratiche facili da adottare, oltre a quelle suggerite da ENEA e agli impianti a basso consumo, vi sono gli impianti per la depurazione dell’acquache permettono sfruttare l’acquedotto, contenere l’inquinamento da plastica e CO2, e ridurre l’enorme quantitativo di acqua e petrolio usati nella produzione stessa del PET – ed anche gli impianti di addolcimento che – eliminando il calcare dall’acqua – permettono di avere impianti ed elettrodomestici sempre performanti, riducendo sprechi energetici, consumo di acqua, anticalcare, disincrostanti e detergenti.

Tutte tecnologie sofisticate ed evolute ma dai costi contenuti, facilissime da installare, come il filtro per acqua potabile sottolavello Culligan Intense che è oggi possibile avere anche a noleggio, migliorando con un piccolissimo investimento sia l’efficienza e la sostenibilità sia l’aspetto più prettamente economico, oltre ovviamente alla qualità dell’acqua, senza contare che è possibile usufruire anche del bonus acqua potabile 2022.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Questo contenuto ti è stato utile?