Giornata Mondiale dell’Acqua - 22 Marzo 2019

per non bersi un mare di fake news

"L'acqua del rubinetto non è sicura..."
"Bere acqua dura provoca i calcoli..."
"Bere duranti i pasti fa male..."

Sull’acquabene primario imprescindibile per la vita di tutti, gli italiani non hanno le idee chiare.

Lo rivelano i risultati di un recente studio condotto da Eumetra1 nel nostro Paese che traccia uno scenario di preoccupante indifferenza.

Un italiano su due manifesta scarso interesse per l’argomento, mentre si registra solo un 15% di super attenti.

Disinteresse e disinformazione vedono proliferare luoghi comuni e falsi miti che alimentano abitudini e stili di vita sempre più insostenibili, come dimostra l’allarme globale per l’inquinamento degli oceani da parte di oltre 150 milioni di tonnellate di plastica, in buona parte costituiti da bottiglie monouso.

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, Culligan presenta l’eBook che sfata i falsi miti sul tema dell’acqua e invita a riflettere su come seguire uno stile di vita più sostenibile.

1 – Ricerca “L’acqua nelle abitudini degli italiani” 2018 realizzata da Lifegate per Culligan in collaborazione con l’Istituto di Ricerca Eumetra.

Scarica gratuito

Cliccando su "Inviami l'eBook in formato PDF >>" dichiaro di aver preso visione dell' Informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento dei dati personali per finalità marketing

Acconsento al trattamento dati personali per finalità profilazione

* Campi obbligatori

Anteprima del contenuto dell'eBook

FALSO

Come dimostra l’allarme globale per l’inquinamento degli oceani da parte di oltre 150 milioni di tonnellate di plastica, in buona parte costituiti da bottiglie monouso.

Le bottiglie di plastica in PET, avendo una vita media stimata intorno ai 1000 anni, non sono biodegradabili.  Attualmente, solo una parte minoritaria delle bottiglie in plastica viene correttamente raccolta e avviata al riciclo. Di questa, una percentuale ancora minore viene realmente trasformata in nuovi oggetti, contenitori o imballaggi.
In più, la stessa produzione di questo materiale, che richiede l’utilizzo di grandi quantità d’acqua e petrolio, non è sostenibile. L’allarme ambientale collegato all’utilizzo massiccio di oggetti in plastica usa e getta, come le bottiglie, è un tema sempre più urgente e più che mai attuale.
Con 12,5 miliardi di litri d’acqua imbottigliati ogni anno in Italia in contenitori di plastica, vengono
prodotte 330.000 tonnellate di PET, pari ad un utilizzo di 650.000 tonnellate di petrolio e 6 miliardi di litri d’acqua1.

1 – Bioecogeo.com – “Che impatto ha una bottiglia di plastica sull’ambiente

Scarica gratuito

Cliccando su "Inviami l'eBook in formato PDF >>" dichiaro di aver preso visione dell' Informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento dei dati personali per finalità marketing

Acconsento al trattamento dati personali per finalità profilazione

* Campi obbligatori