CULLIGAN: gli unici frigogasatori per casa, ufficio e mondo HO.RE.CA. consigliati da Legambiente

Promuovere comportamenti sostenibili per salvaguardare il pianeta contro l’inquinamento da plastica: questa la filosofia che Culligan – azienda di riferimento a livello internazionale nel campo del trattamento dell’acqua – condivide con Legambiente, una delle più autorevoli associazioni ambientaliste italiane senza scopo di lucro.

Un’affinità di intenti che ha portato Legambiente a riconoscere il contributo ecologico della nuova gamma di frigogasatori Culligan, unici nel settore ad essere consigliata dalla onlus.

Per ottenere questo importante riconoscimento, gli erogatori d’acqua al punto d’uso Culligan – SELFIZZ  per  il settore domestico, BIOREFRESH  per  l’ufficio e AQUABAR per  il  mondo Ho.re.ca. – sono stati sottoposti a una serie di verifiche tecniche e di impatto ambientale.

Da oltre 80 anni in prima linea per diffondere un consumo più sostenibile e responsabile dell’acqua, Culligan è pioniera nella battaglia contro l’inquinamento da plastica di cui si è resa portavoce prima ancora che il tema diventasse protagonista del recente dibattito pubblico.

Nel corso dell’ultimo anno, abbiamo dato vita a una grande iniziativa plastic-free, la Culligan Water Battle, mirata a promuovere nei confronti di aziende e privati azioni concrete per azzerare il consumo di bottiglie in plastica” afferma Giulio Giampieri, Presidente di Culligan Italiana “Il riconoscimento di Legambiente è per noi motivo di grande orgoglio e testimonianza del nostro costante impegno sul fronte ambientale”.

Legambiente utilizzerà negli uffici della propria sede di Milano gli erogatori Culligan di acqua a km0.

Il nostro Paese ha un brutto primato, siamo i primi consumatori in Europa e i terzi nel mondo per utilizzo di acqua in bottiglia, nonostante l’acqua del rubinetto sia sana e controllata – dichiara Serena Carpentieri, Vicedirettrice di Legambiente. Grazie a questa iniziativa vogliamo stimolare ancora di più la fiducia dei cittadini ad apprezzare maggiormente l’acqua del rubinetto, adottando un’abitudine più green che consente di prevenire i rifiuti di plastica e l’inquinamento generato dal trasporto dell’acqua in bottiglia.”.