Acqua potabile per il Municipale

14 Gennaio 2022
Acqua potabile per il Municipale
Sistemi di produzione e distribuzione di acqua potabile nel Municipale sostemi La fornitura di acqua potabile e di qualità per usi civili e industriali costituisce sempre di più una sfida. Se da un lato aumenta la richiesta di acqua potabile, dall’altro diminuiscono le fonti di acqua dolce, mentre le attuali infrastrutture di produzione e distribuzione diventano obsolete rischiando di non corrispondere più alle normative che si evolvono in modo sempre più stringente. Ci sono poi aree più critiche dal punto vista geologico nel territorio italiano, che richiedono soluzioni specifiche e più incisive per risolvere problemi particolari come la presenza di arsenico, più diffuso nelle falde acquifere di territori vulcanici, o zone particolarmente inquinate dove può esserci la presenza di cromo esavalente nelle acque sotterranee, o ancora zone in cui non vi è accesso alla rete idrica per motivi contingenti o strutturali. La responsabilità sulle acque destinate al consumo umano ovviamente ricade sul gestore dell’acquedotto, quindi sulle amministrazioni pubbliche, che devono accertarsi che l’acqua sia salubre e priva di sostanze inquinanti, provvedendo alla potabilizzazione e alla depurazione delle acque. sistemi Al Municipale servono quindi soluzioni affidabili, sostenibili e soprattutto specifiche per le problematiche da affrontare: impianti di filtrazione efficaci, modulari, in grado di risolvere qualsiasi problematica e assicurare la massima qualità dell’acqua. sistemi

Soluzioni Culligan per il Municipale

Culligan offre al Municipale sistemi di trattamento customizzati, efficaci e modulari in grado di dare risposte e servizi adeguati, riducendo sprechi, costi e tempi di installazione, per rispondere in modo tempestivo alla necessità di acqua potabile o acque specifiche di qualità. I sistemi, progettati e assemblati internamente, sono in grado di trattare le acque da ogni tipo di sorgente:

Filtri multistrato in pressione per acqua potabile

Pioniere della filtrazione in pressione, Culligan ha progettato e realizzato centinaia di sistemi e brevettato diverse tecnologie per gli acquedotti di tutto il mondo, in grado di rimuovere velocemente agenti contaminanti come arsenico, ammoniaca, ferro, manganese, torbidità e solidi in sospensione. Sistemi di facile installazione e dimensioni ridotte - fino al 60% in meno rispetto ai tradizionali sistemi di filtraggio - dal design modulare che permette di gestire diverse portate, ampliare l’impianto e aggiornarlo per rispondere ad aumentate necessità, variazioni normative o revamping con sistemi di telecontrollo. I filtri multistrato in pressione per il trattamento dell’acqua sono molto più veloci rispetto ad altri sistemi, come ad esempio la filtrazione per gravità, e particolarmente indicati in tutte quelle situazioni in cui non è possibile realizzare una rete di tubazioni estesa che connetta a un impianto centralizzato di trattamento.

Impianti specifici per la rimozione dell'arsenico

In tale ambito Culligan vanta un’importante case history. Acqualatina SpA - gestore del Servizio Idrico Integrato nell'Ambito Territoriale Ottimale n.4 nel Lazio Meridionale - rilevando concentrazioni di arsenico superiori al limite consentito, aveva la necessità di ammodernare rapidamente i propri impianti di trattamento delle acque per renderla conforme ai nuovi limiti previsti da Decreto. Sulla rete idrica municipale di Aprilia Culligan ha progettato e realizzato il più grande impianto di potabilizzazione e rimozione dell’arsenico italiano - e tra i più grandi d’Europa - in grado di trattare 2.160 metri cubi di acqua di falda all’ora. L’impianto sfrutta una tecnologia di rimozione per assorbimento, a base di ossido-idrossido di ferro, sviluppata ad hoc. La presenza di arsenico è costantemente monitorata da sistemi di analisi online per segnalare tempestivamente eventuali anomalie. L’acqua, proveniente da sei pozzi, viene pompata direttamente all’interno dell’impianto di rimozione da filtri in pressione Culligan, in grado di garantire portate molto elevate - oltre 500 metri cubi di acqua all’ora - mantenendo sempre la massima efficienza di filtrazione con il minimo ingombro.

Osmosi inversa per la produzione di acqua potabile

L’Osmosi inversa per la produzione di acqua potabile è la soluzione ideale per produrre acqua potabile dell'acqua di pozzo, di fiume e di mare, tramite il processo di filtrazione e dissalazione che permette di ottenere un’acqua sicura e affidabile con costi di gestione ridotti, grazie a sistemi montati su skid che semplificano l’installazione. sistemi Questi impianti, grazie al sistema di filtrazione con resine selettive a scambio ionico (SBA), permettono di eliminare il cromo esavalente dall’acqua potabile, una sostanza altamente ​​tossica e cancerogena. I sistemi per la rimozione del cromo esavalente sono utilizzati soprattutto per la bonifica delle acque di falda, senza utilizzare sostanze chimiche con bassi costi di gestione.

Unità di trattamento dell’acqua containerizzate

I sistemi di trattamento di potabilizzazione containerizzati sono invece ideali quando la fornitura di acqua potabile non è garantita dall’acquedotto o la rete idrica è stata danneggiata: località colpite da disastri naturali o disagiate, cantieri di costruzione di insediamenti civili o industriali o per il trattamento dell’acqua temporaneo in caso di riparazione o chiusura degli impianti per emergenze. Le unità di trattamento dell’acqua possono essere installate all’interno di container o prefabbricati per realizzare sistemi preassemblati da collocare in qualsiasi sito pronti all’uso o intere linee di trattamento per rendere l’acqua potabile eliminando qualsiasi tipologia di inquinante, ammoniaca, arsenico, ferro e manganese, torbidità, sapori e odori cattivi. sistemi Vai alla sezione dedicata all’acqua potabile per il municipale Share on facebook Share on twitter Share on linkedin

Continua a leggere